Che cos'è la macrobiotica? 4

Condividi segnalibro

 

Questo articolo è costituito da più parti pubblicate una per settimana. Già pubblicate:


LA MACROBIOTICA CAMBIA CON IL TEMPO

In un lungo articolo[4] Patrick McCarty, insegnante di Shiatsu e consulente macrobiotico, osserva che negli ultimi anni è diminuito l'interesse del pubblico sui principi fondamentali della macrobiotica, mentre sono aumentate le applicazioni pratiche. In altre parole, l'interesse teorico e stato offuscato dalle tecniche, soprattutto nel campo della dieta e dell'alimentazione. Secondo McCarty, ora la gente vuole sapere cosa mangiare e non è interessata alle teorie, che stanno alla base dei consigli pratici. In genere, le persone preferiscono ricevere una "ricetta", che sostituisca il trattamento medico vecchio stile con un altro trattamento, basato sul cibo.

In proposito, McCarty si domanda: "Basta solo il cibo?" Un macrobiotico super-entusiasta vecchio stile risponderebbe senz'altro: SÌ! Se qualcuno, dopo cambiamenti dietetici macrobiotici, non vedesse migliorato il proprio stato di salute, verrebbe detto che la sua pratica non è stata fatta correttamente. In realtà, nessuno o quasi pratica esattamente come suggeriscono i libri. Se tutti praticassero come "si dovrebbe" forse ci sarebbero ancora maggiori fallimenti, perché ognuno di noi è unico e deve attuare per se stesso degli adattamenti specifici.

I principi dietetici macrobiotici sono stati predisposti come direttive generali. Gli scritti di Oshawa contengono affermazioni che vanno "interpretate", come quella secondo cui la guarigione di una malattia, anche grave, è garantita per chi segue una dieta di solo riso integrale per dieci giorni. In altri scritti egli afferma che l'attitudine, specialmente l'arroganza, crea il più basso stato di salute, indipendentemente dalla dieta. McCarty si domanda se sia più importante una dieta corretta o l'attitudine.

Oshawa ha costantemente fatto notare, nei suoi insegnamenti, che lo scopo della macrobiotica è di raggiungere la libertà. E McCarty si chiede: la pratica della macrobiotica porta alla libertà? Nella ricerca della libertà, una dieta a base di cereali integrali, verdure, leguminose, zuppa di miso è sufficiente per raggiungere questo scopo? La risposta di Patrick, che afferma di avere in venti anni fatto consulenze a circa ottomila persone, è sicuramente NO! Dalla medicina cinese McCarty ha imparato che la malattia o un incidente possono colpire in qualsiasi momento, indipendentemente dall'attitudine mentale e dalle misure preventive. "Succedono cose strane, questa è la vita.", afferma McCarty. Quando queste cose accadono, ci sono metodi per affrontare disarmonie e disequilibri: la terapia alimentare, quella erboristica, le tecniche di movimento come il Tai Chi e il Qi Gong, le tecniche come lo Shiatsu, l'Agopuntura e la Moxa, la meditazione, la preghiera. Questo, dice McCarty, è l'approccio multidimensionale usato in Cina da tremila anni.

L'idea che la sola dieta sia sufficiente per guarire la malattia è valida quando il disequilibrio è causato solo dal cibo. Per esempio un mal di testa, che sorge dopo avere bevuto qualche bicchiere di vino. Se il mal di testa capita spesso, ci possono essere varie cause: dietetiche, emozionali, ambientali.

Nel campo della dieta e delle terapie con le erbe c'è il concetto del Fu Zheng, che significa rinforzare ciò che è corretto. Il termine si applica alle terapie nutrizionali, con lo scopo principale di migliorare l'integrità costituzionale e di costruire resistenza alla malattia. È usato come misura di prevenzione e per curare condizioni specifiche.

I meccanismi di come il cibo e le erbe ci nutrono e ci proteggono sono semplici. L'energia del cibo è chiamata "Qi". Si trasformata nello stomaco e viene assimilata dalla milza diventndo "Qi", umidità e sangue, che nutrono l'organismo. Se l'essenza del cibo è disponibile per creare "Qi" e sangue, noi rimaniamo sani e possiamo immagazzinare energia extra, per utilizzarla in tempi di stress o di bisogno. L'intera procedura dipende dall'abilità individuale degli organi, di trasformare il cibo. Se ci sono problemi allo stomaco, pancreas, intestino, ecc. come può il corpo ottenere energia del cibo? Molti pazienti hanno bisogno di un aiuto particolare per effettuare questo lavoro. Per loro la sola dieta non basta.

Come consulente macrobiotico Patrick McCarty ha raccomandato, oltre all'uso di meno sale, tempi più brevi di cottura, l'inclusione di cibi freschi, con una percentuale maggiore di verdure, e enfasi su esercizi, trattamenti esterni e prodotti, che diventano parte integrale delle sue raccomandazioni. Per esempio, ha consigliato erbe della medicina tradizionale cinese, enzimi digestivi, basati su sostanze vegetali, concentrato d'ume, green magma (succo disidratato d'orzo mescolato con riso integrale disidratato, utile per mantenere la normale chimica del sangue nelle persone sottoposte a chemioterapia e trattamenti con radiazioni), alghe blue-green (alghe selvatiche d'acqua dolce) per aumentare l'energia e la capacità digestiva, bagni di sale (un bagno minerale caldo, che aumenta la circolazione e aiuta il corpo ad eliminare tossine e a rilassarsi). Dopo tanti anni d'esperienza McCarty ha sviluppato l'interpretazione della macrobiotica, includendo elementi che possono essere utili e che, secondo la sua intuizione, aumentano la salute mentale e fisica dei pazienti.

McCarty conclude affermando di essersi fatto guidare sempre dal principio "avere fiducia nella Natura". Pur modificando piccoli dettagli nella propria pratica, egli dice di essersi sempre mantenuto fedele ai principi universali della macrobiotica.

Continua ...


[4] Patrick McCarty, www.natural-connection.com.